2/Separazione – Disorientamento: domande di senso

Foto ©Luigi Pasetto

Nell’immediato, la separazione del nucleo familiare porta in sé ai suoi componenti un profondo senso di disorientamento caratterizzato da domande sul senso della propria vita: chi siamo, dove andiamo, chi sarà con noi ora?

Queste domande appartengono a tutti noi e ci accompagnano per tutta la vita: esse si fanno vive, ogni volta che la perdita, sia essa di una persona o di una situazione/status, si fa presente. Questa ricerca di senso, significato, si fa presente ogni volta che l’ignoto bussa prepotentemente alla nostra porta.

Non possiamo e non dobbiamo quindi dimenticare che di fatto l’intera nostra vita è segnata da questo cammino di ricerca. Come adulti, se siamo consapevoli di ciò, lo siamo anche del fatto che la vita è caratterizzata da un continuo fluire di eventi a cui dobbiamo far fronte: nulla è statico, uguale a se stesso, nel bene e nel male.

E’ questa consapevolezza rispetto all’esistenza del cambiamento, che può dare all’adulto quello sguardo di speranza imprescindibile per poter affrontare positivamente i momenti di crisi. E’ con questo sguardo di speranza che il genitore può sostenere il proprio figlio. Il bambino, l’adolescente, diversamente dall’adulto, non ha ancora fatto esperienza del fatto che ogni situazione specifica è transitoria. Per il ragazzo il qui e ora è per sempre.

©Francesca Albertario

Lascia una risposta